iBeacons

L’innovazione delle tecniche di comunicazione ed in particolare del proximity marketing ci hanno permesso di sviluppare un sistema per veicolare tramite una app informazioni differenziate ad utenti in base alla loro precisa posizione geografica.

La tecnologia alla base di questa app fortemente innovativa si chiama iBeacons e consiste in trasmettitori bluetooth (chiamati appunto beacons). Il beacon trasmette, come un faro, un proprio codice all’app, che quindi in funzione del codice trasmesso può determinare la posizione dello smartphone e trasmettere in modalità push informazioni pertinenti.

 

Il segnale può essere configurato per una portata variabile da poche decine di cm fino a una quarantina di metri e “sveglia” l’applicazione sullo smartphone dell’utente che mostra un messaggio nell’area di notifica, quando si trova all’interno del campo d’azione del beacon. Questa tecnologia si presta in modo ottimale per informare o avvertire l’utente che si trova nelle vicinanze di una certa posizione geografica. Affinchè funzioni l’utente deve avere l’app installata ed il bluetooth attivo.

 

 

Hardware

 

Esistono molteplici tipi di beacon sul mercato e in linea di massima si differenziano per la durata della loro batteria e per il raggio d’azione che riescono a coprire, oltre che per il design e la loro resistenza agli agenti atmosferici. Soprattutto se i beacon sono tanti e sono installati all’aperto è importante scegliere quelli che hanno una durata della batteria più lunga per minimizzare i costi di mantenimento negli anni. Tipicamente saranno utilizzati beacon da esterno IP67 o IP68 ed equipaggiati con una batteria che garantisce un minimo di 36 mesi di funzionamento. In base alla superficie sulla quale verranno collocati, possono essere fissati con strisce adesive, rivetti o viti.

 

Possibili applicazioni

Una delle possibili applicazioni di questa tecnologia è in abbinamento a software specifico di R3 GIS: Per incrementare la comunicazione tra amministrazione pubblica e cittadino ed informarlo in modo sempre più mirato, vengono installati un certo numero di iBeacon in prossimità di alcuni punti ben definiti del comune: varchi di ingresso dei parchi, alberi monumentali, aree gioco, monumenti, dimore storiche, ecc. La app di fatto è un contenitore che può essere riempito con uno o più moduli, in base al tipo di informazioni di prossimità che si vogliono veicolare: informazioni su monumenti, percorsi botanici, informazioni georeferenziato, giochi di orientamento, alla fantasia non viene dato nessun limite.